REGOLAMENTO “ASD LUPI AIRGUNS ROMA”

(Ver. 2016)






I Soci dell’ ”ASD Lupi Airguns Roma”, di seguito semplicemente “Lupi”, in regola con l’iscrizione e il  pagamento avranno libero accesso all’impianto attrezzato presso il Poligono  di Porta di Neola, di seguito semplicemente “ASPN”, durante il normale orario di funzionamento della struttura.


1 ACCESSO E UTILIZZO DELLO “STAND - ARIA COMPRESSA”
1.1 i Soci del ”Lupi”, nonché del Poligono “ASPN” che come da convenzione potranno utilizzare la zona adibita all’Aria Compressa, durante la permanenza nell’Impianto saranno:
- tenuti al rispetto sia dello Statuto dei “Lupi” che del Poligono  “ASPN”;
- soggetti alle norme di comportamento ivi descritte e alle eventuali relative sanzioni;
- tenuti a mantenere, norme di comportamento civile e sociale in armonia con il rispetto e la correttezza che sono d’obbligo all’interno di un’organizzazione.
I soci dovranno, inoltre, prestare la massima attenzione nella gestione e custodia delle proprie armi oltre ad utilizzare gli spazi, le attrezzature e quant’altro a loro disposizione presso l’area, secondo le regole del buon padre di famiglia.
1.2 L’accesso all’area sarà riservato ai Soci per le proprie attività istituzionali tutti i giorni negli orari di apertura del poligono, ad esclusione della Domenica Pomeriggio e del giorno di chiusura stabilito dal Poligono.
1.3 Le armi che potranno essere introdotte nell’area dovranno essere tassativamente ad aria compressa (Springer, PCP, PCA, CO2, sia di tipo lungo che corto) e risultare incluse nell’apposito “Catalogo Nazionale delle Armi”.
E’ vietata l’introduzione nell’area di qualsiasi tipo di arma difforme dalle categorie sopra riportate.
Le armi introdotte potranno essere:
- a bassa capacità offensiva (Decreto 9 agosto 2001 N° 362) energia cinetica al di sotto dei 7,5 Joule
- sportive (legge 18 aprile 1975 N° 110) energia cinetica al di sopra dei 7,5 Joule.
I soci detentori di armi sportive dovranno essere dotati, in osservanza all’attuale legislazione, di “licenza di trasporto di armi classificate sportive”.
L’Associazione non si assume alcuna responsabilità, diretta od indiretta, per eventuali danni di qualsiasi natura, causati dall’uso improprio delle armi da parte dei suoi associati.
Eventuali incidenti causati da parte di un Socio per uso improprio dell’arma di sua proprietà saranno sottoposti al vaglio del Comitato Direttivo dei “Lupi” e potranno essere oggetto di un richiamo disciplinare nei confronti dello stesso Socio che se ne rendesse responsabile.
1.4 Le armi introdotte dai tiratori all’interno dell’area dell’Associazione dovranno essere maneggiate con la massima attenzione, si rammenta che un colpo accidentale è sempre frutto di errore, distrazione e dimenticanza dei criteri di sicurezza pertanto:
- agire sempre nei confronti della propria arma come se questa fosse carica;
- puntare l’arma sempre verso le aree in cui sono disposti i bersagli (zone di tiro);
- non posizionare mai il dito sul grilletto dell’arma prima di averla puntata verso il proprio bersaglio. Il dito lo impegnerà solo e soltanto nel momento in cui si è deciso di tirare.
Quando si accede all’area dell’Associazione l’arma deve essere scarica ed alloggiata in una idonea custodia (valigetta, borsa o simile).
Prima di accedere alle postazioni di tiro è obbligatorio recarsi presso la segreteria del Poligono per registrare la propria presenza con l’apposita tessera magnetica.
E’ vietato estrarre l’arma dalla sua custodia prima di aver raggiunto la propria postazione prescelta o, in caso di competizione, la postazione assegnata dal Direttore Sportivo.
Nel caso di spostamenti del tiratore, all’interno dell’area dell’Associazione per raggiungere le zone di tiro, previsti per l’esercizio di particolari discipline quali il Field Target (F.T.) o l’Hunter Field Target (H.F.T.), il tiratore dovrà preventivamente controllare che arma che impiega sia scarica. Gli spostamenti dovranno essere effettuati mantenendo l’arma rigorosamente puntata verso il terreno.
Nel caso l’arma venga impiegata nell’esercizio del Bench Rest, sia in fase di allenamento che in fase di competizione, la stessa non dovrà mai essere rimossa dalla sua posizione con la canna direzionata verso le zone di tiro.
Nel corso di sessioni di allenamento, previste per il B.R. o per il F.T. / H.F.T., i tiratori che avessero necessità di posizionare i propri bersagli nelle zone di tiro dovranno segnalarne l’esigenza attraverso l’impiego dell’esistente dispositivo acustico di avviso. Dovranno attendere che tutti coloro che sono impegnati nel tiro abbiano scaricato le proprie armi, quindi potranno accedere alle zone suddette.
L’intervento dovrà, comunque essere di brevissima durata, pertanto tutte le operazioni di predisposizione dei bersagli da collocare andranno effettuate prima del loro posizionamento.
A bersaglio posizionato il tiratore rientrerà e segnalerà il termine della sua attività azionando nuovamente il dispositivo acustico.
E’ tassativamente proibito ricaricare la propria arma e/o seguitare l’attività di tiro in presenza di tiratori nelle aree di tiro ancorché questi operino in zone diverse lontane dal campo d’azione dei tiratori.
Qualora il tiratore si trovi nella necessità di dover operare manutenzione/aggiustamenti sulla propria arma o sostituzioni dell’arma stessa, lo stesso provvederà a scaricare l’arma e ad avvertire del proprio momentaneo spostamento il Direttore sportivo o, in sua assenza, i tiratori impegnati come lui in allenamento. Avvertirà successivamente del proprio rientro nella sua posizione attendendo il consenso di chi è impegnato nel tiro.
Operazioni di controllo e manutenzione delle armi vanno effettuate nell’apposito spazio predisposto dall’Associazione.
L’uso delle rastrelliere disponibili è consentito previo accertamento, da parte del tiratore che la arma che gestisce e vi colloca sia scarica ed in posizione di sicura.
Al termine delle proprie attività ogni tiratore si accerterà che la propria arma sia scarica e la riporrà nella custodia. Raccoglierà i propri bersagli e, prima di abbandonare l’area dell’Associazione, apporrà, altresì, l’ora in cui ha terminato la propria attività e la propria firma nel già menzionato registro delle presenze.
1.5 Il casottino annesso allo stand viene messo a disposizione dei Soci del “Lupi” per consentire la custodia di materiali attinenti l’esercizio delle attività di tiro (ARMI ESCLUSE). Si richiede, quindi, particolare attenzione da parte dei Soci del “Lupi” nel riporre tali materiali senza impedire/intralciare il previsto utilizzo.
1.6 Ai fini di una corretta convivenza, i Soci sono tenuti a lasciare lo “Stand” libero da qualsiasi oggetto, attrezzatura o materiale impiegato, in maniera da lasciare l’area ordinata e pulita.
1.7 Le autovetture dei Soci dovranno essere parcheggiate negli spazi previsti con razionalità.
1.8     Tutti i Soci sono tenuti  a presentare, a inizio anno solare o all’atto dell’iscrizione, una “Certificazione medica per attività sportiva non agonistica”, come disciplinato dal Decreto Legge n. 158 del 13 settembre 2012titolato “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”, valevole per l’anno in corso. Tale certificazione “OBBLIGATORIA”  rimarrà a disposizione della ASD che la custodirà nel rispetto dellaPrivacydi ogni singolo Socio. La mancata presentazione di tale certificazione comporterà l’esclusione da qualsiasi attività sportiva pubblica o privata organizzata dalla ASD, sollevando da ogni eventuale responsabilità - comunque ed in qualsiasi caso - il Presidente e il C.D..
1.9 Tutti i Soci del “Lupi” iscritti e in regola con i pagamenti, secondo le modalità descritte al successivo punto 2, previo adeguato avviso nell’apposita Sezione del Forum dove registrare le proprie future presenze, potranno invitare uno o più ospiti per una visita “occasionale” presso l’area operativa dell’Associazione.


Qualora tale visita occasionale origini nell’ospite il desiderio di far parte del “Lupi”, il socio ospitante, in veste di “tutor”, dovrà accompagnare l’Aspirante Socio e supportarlo nelle attività di tiro per tutto il periodo e secondo le regole previste dal successivo Art. 3.
Resta inteso che la responsabilità di eventuali danni a cose e persone resta di esclusiva competenza individuale.



2. Regole amministrative
2.1 Tutti i Soci appartenenti al Sodalizio sono tenuti ad assolvere regolarmente la propria posizione amministrativa entro e non oltre i termini stabiliti dall’Associazione, versando la quota associativa (stabilita dal Consiglio Direttivo) pari a € 110,00 comprensiva di quote per le Associazioni concatenate e di polizza assicurativa, valida dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno in corso, da saldare obbligatoriamente ed improrogabilmente entro e non oltre il 15 gennaio;
2.2 Il pagamento delle quote sopraindicate dovrà essere evaso prioritariamente attraverso le modalità (in ordine prioritario) sotto indicate:
- Bonifico bancario
- Contanti
2.3 In caso d’inadempienza ai termini sopraccitati, si procederà, entro 5 giorni, ad un sollecito scritto effettuato attraverso sistemi telematici all’indirizzo che il Socio fornirà all’atto della sua adesione all’Associazione.
Trascorso tale termine senza aver ottenuto risposta, l’Associazione provvederà - qualora il Socio non regoli la propria posizione o non badi a fornire una valida giustificazione per le cause del ritardo - entro 10 giorni dalla data di notifica del sollecito, ad escluderlo d’ufficio dall’Associazione senza possibilità di appello/ricorso.
I Soci che fossero inadempienti sotto il profilo amministrativo alle date delle Assemblee ordinarie/straordinarie, convocate dal Consiglio Direttivo, non potranno esercitare nel corso dell’Assemblea, il proprio diritto di voto.
2.4 I Soci sono tenuti a notificare tempestivamente all’Associazione eventuali variazioni del loro indirizzo di posta elettronica rispetto a quello fornito all’atto dell’adesione.
Quanto sopra in considerazione che l’Associazione si servirà solo ed esclusivamente di sistemi telematici quale mezzo di comunicazione/notifica con i propri Associati.


3. Nuove adesione al ”Lupi” – Aspirante Socio
Di seguito, ordinati cronologicamente, i passi da seguire per disciplinare l’adesione di un nuovo socio all’ “ASD Lupi Airguns Roma”.
a) L’Aspirante Socio, preso contatto con un rappresentante dei Lupi, utilizzando tutti i media disponibili (web, e-mail, passaparola, ecc.), è invitato al campo per il primo contatto “Presentazione” mediante e-mail o telefono.
c) L’Aspirante Socio è accolto dal Direttore Tecnico, previo accordo di quest’ultimo con il Socio che l’ha presentato e/o abbia già avuto un colloquio preliminare con lo stesso; l’Aspirante prende visione dei documenti per l’Iscrizione/Regole Mandatorie (Allegato 1), delle Norme di Sicurezza (Allegato 2) e del Vademecum dell’Aspirante (Allegato 3). Il Direttore Tecnico individuerà tra i Soci uno o più “tutors” che accompagneranno l’Aspirante nel suo approccio operativo al “Lupi”.
d) L’Aspirante Socio, durante la “Presentazione” o non oltre l’inizio della prima seduta di prova, è invitato a sottoscrivere i documenti sopra riportati con cui s’impegna al rispetto delle Norme di Sicurezza contestualmente allo scarico di responsabilità nei confronti dell'ASD e dei suoi rappresentanti legali, e al versamento dei 20€ dovuti per la copertura assicurativa.
e) L’Aspirante Socio, durante il periodo di prova, può frequentare il campo e praticare l’attività di tiro nell’area riservata solo se accompagnato da almeno uno dei propri “tutors”;
f) L’Aspirante è accolto nel forum con la qualifica di “Aspirante Socio”, utente con alcune limitazioni che in ogni caso gli permettono di seguire le vicende e di migliorare la conoscenza con la realtà dell’ASD Lupi.
g) Il periodo di prova dell’Aspirante Socio è fissato in 2 sessioni di tiro;
h) Terminato il periodo di prova, il “tutor” in coordinamento col Direttore Tecnico e il Consiglio Direttivo, accoglieranno o no la richiesta d’iscrizione dell’Aspirante, in caso sia accolto come Socio Ordinario, si procede con l’iscrizione vera e propria e il versamento della quota come previsto nel punto 2.1).
In caso di rinuncia o di mancato accoglimento nell’ASD Lupi, l’Aspirante non può più frequentare il campo e l’account sul forum eliminato definitivamente; i 20€ versati restano a fondo perduto.
i) L’Aspirante Socio, superata la 2° seduta di prova (dalla 3° in poi) dovrà versare in ogni caso l’intera quota indistintamente dal mese della sua adesione.
l) In caso d’inadempienza si prenderanno i provvedimenti riportati al precedente punto 2.3.


4. Regole di partecipazione al Forum del “Lupi”
Il “Lupi" dispone, nel web, di un proprio spazio all’indirizzo www.lupiairguns.org.
All’interno di tale spazio è stato costituito un forum attraverso il quale, gli associati hanno la possibilità di scambiare tra loro commenti, opinioni, consigli sul mondo dell’A.C., le sue differenti discipline, le tecniche applicate.
4.1 Il Forum, inoltre, descrive le differenti metodologie di impiego, in campo agonistico, delle armi ad A.C., ne evidenzia, attraverso comunicati del Consiglio Direttivo o da chi incaricato da esso, gli avvenimenti in campo nazionale, pubblicando tipologia, date, località di effettuazione delle varie competizioni ufficiali che vengono organizzate sul territorio nazionale.
4.2 Il Forum rappresenta, pertanto, anche l’organo ufficiale di comunicazione tra il C.D. e gli Associati attraverso aree peculiarmente dedicate tra l’altro alle:
- Comunicazioni formali , da parte del C.D. relative alla gestione/coordinamento del “Lupi”;
- indicazioni , relative ai soci, ed alla loro presenza presso il campo di allenamento;
- richieste di adesione a competizioni sportive per le varie discipline praticate;
- informazioni tecniche sull’impiego e la manutenzione delle armi utilizzate.
4.3 Il Forum è regolato da una serie di norme comportamentali cui, l’utente che ne desidera l’accesso, deve allinearsi accettandole incondizionatamente.
Tali norme si basano sostanzialmente sul comune buonsenso, sulla civiltà, sul rispetto delle persone, sul rispetto dei diritti e del lavoro altrui nonché sul rispetto delle leggi vigenti. L'utilizzo del Forum è completamente gratuito.
Per quanto attiene ai contenuti specifici delle suddette norme, il presente documento rimanda a quanto riportato dello stesso forum, alla voce:
> generale > Il Forum> Regolamento del Forum, emesso in data 20 dicembre 2011
Le normative ivi riportate sono da ritenere parte integrante del presente regolamento.
Eventuali inosservanze, da parte dei soci nella partecipazione al Forum , oltre che a determinare limiti od estromissioni dal Forum stesso, saranno considerate come inadempienze nei confronti dell’Associazione e, come tali, verranno sanzionate.


5. “Direttore Tecnico” e “Direttore Sportivo”.
Con lo scopo di promuovere e organizzare le attività agonistiche e ludiche nell’ambito dei “Lupi” il Consiglio Direttivo si riserva la facoltà di affidare ai Soci che ne accetteranno l’incarico, la nomina di Direttore Tecnico e di uno o più Direttori Sportivi con i seguenti incarichi:
a) Direttore Tecnico L’incarico del D.T. consiste nella gestione del rapporto tra i nuovi iscritti, i tutor e in coordinamento con il Tesoriere l’aggiornamento dell’elenco Soci tramite il “software proprietario”, la gestione dei rapporti tra Soci e Proprietà verificando il corretto uso delle attrezzature comuni, la gestione del fondo cassa per le spese correnti, mantenendo il coordinamento con il C.D.
b) Direttore Sportivo L’incarico del D.S. consiste nel promuovere, organizzare e coordinare manifestazioni ed eventi oltre a gestire le pubbliche relazioni per le attività e gli eventi agonistici e ludici inerenti alla rispettiva disciplina, sia all’interno dell’Associazione sia con Enti ed Associazioni esterni, mantenendo sempre il coordinamento con il C.D.



Allegati:

1) Domanda di iscrizione

2) Norme sicurezza

3) Vademecum dell'aspirante socio

Login

ASD Lupi Airguns Roma - Via San Vittorino Km o,650 - C.F. 93021800581

Free business joomla templates